lunedì 28 ottobre 2013

RIASSUNTO GUERRE IN JUGOSLAVIA


Repubbliche federali nella Ex-Jugoslavia
Quando
Tra il 1991 e il 1995

Chi combatte
Tutti contro tutti--->fu una guerra "civile" fra le diverse popolazioni delle repubbliche socialiste riunite sotto il nome di Jugoslavia
(6 stati differenti)

Come finisce
La Jugoslavia viene smembrata e ogni paese confederato diventa indipendente.



La Ex-Jugoslavia era una nazione creata dopo l'occupazione tedesca durante la II Guerra Mondiale e costituita da 6 repubbliche e 2 provincie autonome: Croazia, Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Macedonia, Montenegro, Slovenia più le province serbe del Kosovo e di Voivodina.
Le popolazioni di questi stati erano molto diverse fra loro per ideologia, religione, cultura e livello economico e per questo nascevano spesso scontri e tensioni che venivano brutalmente repressi dal regime comunista di Tito. Soprattutto la Croazia e la Slovenia, che erano economicamente più avanzate, chiedevano a gran voce l'indipendenza dal resto delle confederate.
Dopo la morte di Tito, avvenuta nel 1980, iniziò un periodo difficile per la Jugoslavia: l’indebitamento pubblico delle singole repubbliche, unitamente alla inefficienza dei vari dirigenti, portarono subito ad una farraginosa situazione economica. Oltre a ciò, riemersero i nazionalismi, specialmente degli albanesi del Kosovo, acerrimi nemici dei serbi.
Ben presto le repubbliche jugoslave si prepararono ad approvare, ognuna per proprio conto, delle modifiche alle loro Costituzioni, in modo da raggiungere ognuna la possibilità di avere dei loro partiti e prepararsi per le proprie elezioni. 
La Slovenia proclamò ufficialmente la sua indipendenza il 25 Giugno 1990
La Croazia seguì il suo esempio poco dopo. 

Guerra in Slovenia [esercito jugoslavo vs truppe slovene= vincono gli sloveni]
A questo punto l'esercito Jugoslavo, di matrice fortemente serba, attaccò la Slovenia. Per la brevità del conflitto (anche chiamato Guerra dei Dieci Giorni) non ci furono moltissimi morti, ne' fra i militari ne' fra i civili. Fu necessario comunque un intervento pacificatore da parte della Nato per placare lo scontro: furono stabiliti tre mesi di fermo per cercare di comporre la grave crisi e trovare uno sbocco politico alla situazione. Dopo non molto tempo il governo jugoslavo si rese conto che la federazione poteva dirsi inesorabilmente finita ed accettò la secessione della Slovenia
Guerra in Croazia [truppe serbe vs i croati=vincono i croati]
Finito il conflitto in Slovenia, iniziò quello in Croazia. Anche qui morte, distruzioni e bombardamenti. 
Il mondo intero intervenne, la guerra finì e la Croazia si distaccò dalle altre repubbliche ancora facenti parte della federazione jugolsava. 

Indipendenza della Macedonia
In Macedonia l’8 novembre 1991 un referendum stabiliva la propria sovranità ed il 17 fu approvata una nuova  Costituzione. 

Guerra in Bosnia-Erzegovina [serbi vs musulmani serbi e croati=i serbi perdono]
Anche in Bosnia-Erzegovina si verificarono spinte verso l'indipendenza fra la popolazione che era composta da gruppi serbi, musulmani e croati. Venne indetto un referendum dove si votava per l'indipendenza, ma la popolazione serba, per protesta, non partecipa al voto. Nascono gravi conflitti interni e i serbi minacciarono un bagno di sangue se i musulmani e i croati si fossero staccati dalla nazione.
Nonostante le forze internazionali si adoperassero per riportare la pace,  la guerra scoppiò inevitabile e sanguinosa.
I reparti dell'esercito Jugoslavo, ritirati dalla Croazia e rinominati "esercito serbo-bosniaco" riuscirono a ritagliarsi una grossa parte di territorio serbo. Un milione di serbi musulmani e di croati furono costretti a fuggire dalle loro case, in quella che fu definita una vera e propria "pulizia etnica".
Anche i serbi, naturalmente, pagarono le conseguenze delle loro azioni: la capitale Sarajevo venne assediata e bombardata.
Trattato di Dayton
Gli sforzi internazionali per riportare la pace fallirono inesorabilmente e, nel frattempo, la guerra aveva generato circa 100 mila morti. Il conflitto ebbe termine nel 1995 quando la Nato bombardò la repubblica Serba distruggendo gli apparati militari più importanti e le principali vie di comunicazione.
Da allora iniziò un periodo di tregua che si concluse nel trattato di Dayton: un accordo stipulato fra i Presidenti della Bosnia, Croazia,Serbia con cui la Bosnia-Erzegovina fu divisa in due entità distinte: la Repubblica Serba di Bosnia e la federazione croato-musulmana.

In breve tempo Croazia e Bosnia furono completamente indipendenti, la Slovenia e la Macedonia si erano già staccate dalla confederazione, mentre il Montenegro la ottenne più tardi.
Nel 1999 gli albanesi del Kosovo combatterono un'altra dura lotta per ottenere l'indipendenza dalla Serbia.
La Serbia uscì dal conflitto umiliata, battuta e abbandonata da tutti.



24 commenti:

  1. Con questo sito sono riuscito a fare il compito! Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo!
      Ciao e grazie del commento! :-))

      Elimina
  2. bello ma mio figlio non ha capito bene perché e spiegato in maniera difficile : ): ) : )
    : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci dispiace...
      In genere cerchiamo di esporrei concetti in modo semplice..proprio per aiutare il ripasso, però se ci dice cosa non è chiaro proviamo volentieri a semplificare.
      Anche per aiutare i futuri lettori!
      Grazie del commento! Per noi sono molto importanti le vostre opinioni.
      :-)

      Elimina
    2. molto bello

      Elimina
  3. GRAZIE RICERCA ANDATA A BUON FINE

    RispondiElimina
  4. Grazie mille, ero disperata perché non sapevo come programmare l'interrogazione finale di geografia... questo sito mi ha aiutato a costruire un discorso quasi perfetto. Speriamo solo che l'interrogazione vada bene! XD
    Grazie infinite e continuate così! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Siamo felici di potervi aiutare
      In bocca al lupo!! :-))

      Elimina
  5. aspetta... oddio non lo so! ci sto due ore su questo argomento del piffero! ma fra tutti gli argomenti possibili, proprio questo doveva sciegliere???

    RispondiElimina
  6. Grazie mille, ho capito tutto!!

    RispondiElimina
  7. credo che ci sia un errore nell'ultimo paragrafo...riguardo alle spinte d'indipendenza in Serbia...penso si volesse dire Bosnia Erzegovina..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti. Grazie per avercelo segnalato!
      Un caro saluto :-)

      Elimina
  8. mi potreste dire le conseguenze della guerra di jugoslavia per favore tutte possibilmente.

    RispondiElimina
  9. Ottimo ripasso, ma credo ci sia un errore... dove si dice che "Anche i serbi, naturalmente, pagarono le conseguenze delle loro azioni: la capitale Sarajevo venne assediata e bombardata", in realtà era lo stesso JNA ad assediare la città e i bombardamenti sui serbi furono fatti dalla Nato sulle montagne circostanti e non su Sarajevo per colpire i Serbi stessi che erano gli autori dell'assedio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della precisazione... più che un errore non è stato specificato da chi e come Sarajevo sia stata assediata..
      Ne approfittiamo per lasciare un link sull'assedio della città nel caso qualche studente volesse approfondire :-)

      https://it.wikipedia.org/wiki/Assedio_di_Sarajevo

      Elimina
  10. grazie mille mi avete fatto imparare cose nuove e mi avete salvato dall'ennesima nota

    RispondiElimina
  11. grazie mille mi è servita molto come powerpoint.Grazie a questo sito oggi ho preso 9 in geografia,Grazie

    RispondiElimina
  12. Grazie mille, approfondimento ben svolto!

    RispondiElimina
  13. grazie mi avete aiutata molto e, essendo l'ultimo voto di georafia sono riuscita ad alzare la media!!!!

    RispondiElimina
  14. non tutti contro tutti, ma tutti contro i serbi. i serbi erano quelli che volevano tenere unita la jugoslavia, però prima gli sloveni, poi i croati, poi i bosniaci poi i macedoni e gli albanesi e diverse fazioni che vengono al di fuori (il movimento islamico di Bin Laden era in Bosnia a combattere contro i serbi, gli Stati Uniti a difendere i croati e l'Albania (da sempre indipendenti dalla jugoslavia) a difendere le minoranze del popolo delle aquile in Kosovo. i greci che sono tanto fratelli dei serbi (Ortodossia) erano in guerra contro i "fratelli ortodossi" poiché la grecia era ed è un paese membro dell'UE e della NATO. (ecco perché i greci ora sono in crisi) i serbi avevano tutto e tutti contro. poi che la pulizia etnica è stato un errore siamo tutti d'accordo però diciamocelo quando il tuo popolo è contro tutti non hai possibilità di vincere. la guerra è durata quasi dieci anni, quindi ciò vuol dire che nonostante i serbi avevano tutto e tutti contro sono riusciti a sopravvivere per un bel po di tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è sbagliato dire che erano i Serbi contro tutti, infatti durante il conflitto in Bosnia c'erano stati anche scontri tra Croati e Musulmani (basti pensare alla città di Mostar, ma anche in altri posti dove in seguito è stata stretta un'alleanza tra Croati e Armata Bosniaca) e tra Musulmani e Musulmani (nel nord, in cui alcuni sostenevano l'ideologia serba mentre altri no). Per quanto riguarda la pulizia etnica purtroppo non solo i Serbi se ne sono macchiati.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

TEST GRAMMATICA

QUIZ LE CAPITALI EUROPEE

QUIZ I GUERRA MONDIALE

RIPASSA CON I QUIZ

RIPASSA CON I QUIZ
Clicca sull'immagine

ESERCIZI DI INGLESE

QUIZ CAPITALI MONDIALI