lunedì 19 novembre 2012

RIASSUNTO GUERRA DELL'OPPIO


La Guerra dell'Oppio fu uno scontro fra la Gran Bretagna, che voleva importare oppio in Cina, e la Cina, appunto, il cui governo si opponeva a questa volontà. Gli anni del conflitto vanno dal 1840 al 1842. 

PRODROMI (cause della guerra)
Da molto tempo i cinesi usavano l'oppio come medicinale e lo producevano in quantità limitate: il resto lo importavano da altri paesi tramite la Compagnia delle Indie Orientali gestita dal Regno Unito. Durante il 1700, però, si diffuse il vizio di fumare oppio, vizio che divenne il simbolo della decadenza sociale di quei tempi. Il governo cinese non seppe fermare l'importazione della droga e neppure la diffusione del vizio del fumo, nonostante diversi editti con cui proibiva il commercio, l'importazione e la produzione dell'oppio. 
Il commercio e l' importazione, invece, continuavano tranquillamente, anche favorite da connivenze fra malavita e funzionari statali.
Dal 1800 al 1821 le importazioni di oppio erano in media di 4.500 balle (di 133 libbre l'una) all'anno. Nel 1838 erano diventate 40.000 balle. 

Cercando di fermare questa piaga sociale, nel 1839, i cinesi impongono agli inglesi di consegnare subito tutto l'oppio giacente nei loro magazzini e nelle loro navi. Gli inglesi lo fanno, ma quando il governo cinese vuole costringerli a firmare un documento con cui si impegnano a non importare più oppio rifiutano di farlo. 

GUERRA VERA E PROPRIA
Il 3 novembre 1839 la flotta inglese attacca il forte di Chuanbi, a Canton. 
Forte di 15.000 uomini, nel giugno 1840 la flotta inglese si fa strada sul suolo cinese mettendo a dura prova la forza militare mandarina. 
L'imperatore cinese prova a trattare con gli inglesi e crede che a questi basti ripristinare il commercio Inghilterra-Cina per far cessare le ostilità, ma a questo punto gli inglesi vogliono di più: richiedono una base commerciale a Hong Kong. I cinesi accettano e nel gennaio del 1841 viene firmata la Convenzione di Chuanbi con cui: 

  • viene ceduta Hong Kong
  • viene data agli inglesi un'indennità in denaro 
  • viene riaperto il porto di Canton
  • vengono stabiliti rapporti commerciali su basi paritarie 

L'imperatore cinese non approva la Convenzione e le ostilità si riaprono finchè, gli inglesi presentano un ultimatum minacciando di bombardare Nanchino. A questo punto i cinesi firmano (siamo arrivati all'agosto 1841) il Trattato di Nanchino con cui:  


  • l'indennità diventa di 21 milioni di dollari messicani
  • perpetua cessione di Hong Kong alla corona inglese
  • apertura di vari porti
  • possibilità per gli inglesi e le loro famiglie di risiedere presso questi porti godendo dell'extraterritorialità 

Dell'oppio, che era stata la scintilla del conflitto, il trattato parla appena indirettamente.
Nel 1844, analoghi accordi vennero stipulati dai cinesi con Stati Uniti e Francia, accordando anche a loro la clausola della ""nazione più favorita". Senza combattere la "guerra dell'oppio", francesi e americani entrano così nel teatro cinese.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Mi e' stato molto utile questo riassunto , grazieee :)))

      Elimina
  2. mi è servita x l'esamee!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Utile per il mio esame, grazie mille:)

    RispondiElimina
  4. mi servira' molto al colloquio d'esame...Grazie!

    RispondiElimina
  5. grazie,mi servirà anche per me all'esame dato che devo portare le dipendenze come argomento !:)

    RispondiElimina
  6. Grazie mille è il giorno prima e io non ho ancora fatto storia speriamo sia servito studiarla grazie

    RispondiElimina
  7. Domani sono interrogata su questo. Forse lo porterò all'esame, molto bello, grazie mille. :)

    RispondiElimina
  8. grazie, mi è servito molto per la mia ricerca(-: questo è un sito fantastico!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Io sto preparando la tesina , e questo riassunto mi é servito molto , non é neanche complicato , grazie mille:)

    RispondiElimina
  10. Fantastico!!!!! Utile per ricerche e tesine, ma anche per curiosità personale!!!!! Da oggi utilizzerò questo sito più spesso :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...